torna alla homepage
Mappa del sito
Link utili
Contattaci
Informativa legale
Aggiornato con Reg. CE n. 2080/05 in subappalto da UNAPOL
ORGANIZZAZIONE SOCI SERVIZI PROGETTI NORMATIVE NOVITÀ AGENDA MODULISTICA
 Organizzazione
Storia
 
Storia
Organi sociali
Oggetto sociale
Organigramma
Sede
  L'Organizzazione dei Produttori Olivicoli ATEPROL, società cooperativa agricola è nata il 29 dicembre 2005 dalla trasformazione, ai sensi dell'art.4, comma 4, del Dlgs 27 maggio 2005, n.102,  della Associazione Territoriale Produttori Olivicoli del Salento di Lecce (A.TE.PR.OL.), costituita il 26 Ottobre 1984, nella forma giuridica di "libera associazione di persone, senza fini di lucro" ai sensi dell'art. 36 del C.C.
L'Associazione, fin dalla sua costituzione, ha sempre posto a fondamento del suo operare il rispetto della libertà, della dignità e della salute dell'Uomo e la difesa, la tutela e la salvaguardia del suo Patrimonio ambientale.
Nata per operare in rappresentanza diretta dei propri associati, scelse liberamente di aderire con tutta la sua base associativa alla Unione Nazionale Oleifici Cooperativi di Roma, attraverso la quale ha operato fino alla campagna 1990/91.
Riconosciuta dal Ministero dell'Agricoltura e delle Foreste con D.M. 9 Agosto 1991, ai sensi dell'art. 5 del Reg. (CEE) 2261/84, quale Organizzazione di produttori olivicoli, opera in proprio a decorrere dalla campagna di commercializzazione 1991/92.
In data 29 ottobre 2004, con Determina n. C 1953 della Regione Lazio, la sede ATEPROL di Lecce è stata riconosciuta sportello autorizzato del Centro di Assistenza Agricola CAA ACLI s.r.l. di Roma, con la sigla "Lecce 02", pertanto, abilitata allo svolgimento di tutti i servizi connessi all'attività agricola.
ATEPROL statutariamente ha ambito di operatività sull'intero territorio della Regione Puglia; attualmente opera principalmente nella provincia di Lecce, e marginalmente in quelle di Brindisi e Taranto.
L'attuale base associativa della Cooperativa si compone di 12.524 soci produttori, cui fa capo una superficie complessiva di circa 18.600 Ha di oliveti ed una produzione media annua di 9.800 ton. di olio nelle ultime cinque campagne; intrattengono stretti rapporti di collaborazione con l'Associazione circa 80 strutture di trasformazione, tra cooperative agricole e frantoi privati.
ATEPROL, che ha sempre avuto sede in Lecce, da gennaio 2000 è allocata nei locali di proprietà siti in via Enrico Fermi, n. 4.
Essa aderisce alla società consortile UNAPOL s.r.l., già Unione Nazionale Associazioni Produttori Olivicoli, di Roma.
La Cooperativa svolge azioni di rappresentanza, tutela ed assistenza dei soci nei confronti degli organi centrali e periferici della pubblica amministrazione, di enti ed istituzioni, pubbliche e private, comunque interessate alle produzioni agricole; garantisce il corretto funzionamento del regime degli aiuti comunitari, attraverso la identificazione del produttore, l'accertamento del titolo di conduzione dell'azienda, la corretta immissione dei dati nel sistema informatico agricolo nazionale (SIAN) ed osservando e facendo osservare modalità, termini ed obblighi stabiliti dalla normativa comunitaria e nazionale per la concessione e la riscossione del premio unico aziendale dei singoli soci.
In armonia con gli indirizzi della politica comunitaria, nazionale e regionale mira alla valorizzazione ed alla tutela della produzione olivicola ed olearia, promuovendo il miglioramento della qualità del prodotto ed il rafforzamento della capacità contrattuale degli associati, attraverso la concentrazione dell'offerta, la salvaguardia delle strutture socio-economiche presenti, l'incentivazione delle attività di propaganda e delle iniziative commerciali.
Attraverso la UNAPOL, e la società partecipata MOC-OLIMER, cura la rilevazione e la divulgazione di dati ed informazioni, effettua indagini di mercato, promuove studi e ricerche utili al comparto olivicolo.
Le nuove linee della politica agricola comunitaria in materia di sviluppo rurale, qualità, ambiente, sicurezza alimentare ed evoluzione dei mercati hanno determinato un nuovo ruolo per le  Organizzazioni dei Produttori, in linea con gli obiettivi posti dalla legge sulla modernizzazione dell'agricoltura italiana.
Le stesse strategie di politica comunitaria e nazionale indicano il tema della salvaguardia dell'ambiente e del riequilibrio del territorio come prioritario. Questi concetti trovano riscontro nell'attuazione dei programmi di attività, avviati con il Reg. CE 1334/02 ed aggiornato con il Reg. CE 2080/05, che assumono importanza fondamentale per la nostra olivicoltura alla luce dei nuovi indirizzi della politica agricola che mirano allo sviluppo ecosostenibile del settore, riorientando i sostegni finanziari al fine di incentivare l'adozione di tecniche agronomiche che nel rispetto dell'ambiente consentano di aumentare la redditività e la competitività del settore olivicolo, ottenendo prodotti di alta qualità, al fine di favorirne la penetrazione sui mercati ad alto reddito, garantendo allo stesso tempo il ruolo dell'olivicoltura nella caratterizzazione del paesaggio delle aree rurali, coniugando lo sviluppo socio-economico con la riscoperta di valori tradizionali legati alla storia e alla cultura delle aree salentine.
La Commissione Europea con il Reg. C.E. 2080/05, ha previsto la realizzazione di programmi di attività nel settore oleicolo, sulla base di progetti presentati dalle Organizzazioni di operatori del settore.
Alla nostra Organizzazione, presente da oltre 20 anni sul territorio, impegnata in attività di assistenza burocratico-amministrativa e tecnica agli associati, è stata riservata la possibilità di accedere ad alcune delle attività previste dal Reg. CE 2080/05, attraverso il Progetto unitario presentato da UNAPOL società consortile, d'intesa con le cooperative ad essa aderenti.